Sospetto… gradevole

di Eracle Galfo

sully“Sospetto, e questo sospetto si fa ogni volta più gradevole al tatto, che proprio tra coloro che siamo usi chiamare “disadattati”,  potrebbero schiudersi le possibilità di un cambiamento vero e profondo;  potrebbero spalancarsi le porte che non vediamo come aprire.
Forse non è il tipo di cambiamento che siamo abituati a immaginare,  e forse è tale proprio per questo motivo.
Potrebbe non essere il cambiamento del ribellismo,  o il frastuono che gratta con le unghie affilate le muraglie di un vecchio potere che già cade nel suo proprio peso.  Potrebbe non essere il tanto auspicato “furor di popolo” che incontra con soddisfazione i nostri gusti personali,  forse perché tanto bene attenua la forte sensazione di anonimato e di estraniamento del presente che ci tocca vivere.
Potrebbe persino non esprimersi con la postura dialettica o l’attitudine alla protesta.

C’è un esercito silenzioso e disarmato;  sono definiti disadatti,  emarginati,  con una Speranza modificata geneticamente,  apparentemente disinteressati nei confronti delle “grandi battaglie”,  impermeabili a qualsiasi tono ridondante o retorico,  non percepiscono in modo ordinario,  non agiscono in modo esattamente prevedibile,  non si esprimono nel senso comune,  non hanno alcun carisma,  nessuna ragionevole possibilità di diventare “popolari”,  nessuna previsione immediata di essere riferimento per molti.
Nell’impossibilità di conformarsi ad un modulo “accettabile” di pensare e di comunicare, sono esenti anche alla tassa sulla popolarità,  il cui prezzo a volte è l’ancoraggio sotto le cupole di questa epoca,  risultando ben compresi dai molti e trattenuti nel momento presente —>  quell’approvazione generale che dal basso di chi ascolta chiude a mandorla le cupole di colui che incita.

Privi di carisma vivono in una altra realtà che può essere penalizzante;  può portare al disadattamento,  all’incomprensione,  all’isolamento e persino all’abbrutimento e all’indolenza.
Ma può anche,  questa realtà,  aprire possibilità davvero rivoluzionarie,  inconcepibili, fraintendibili come delle ingenuità per chi non sa cogliere il potere incontaminato della spregiudicatezza,  della semplicità e dello slancio immaginativo senza compromessi.
Alcuni di questi “Disadattati” anticipano l’essere umano che verrà, una tenue fragranza di fallimento e libertà —> …”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Nonviolenza, Politica, Psicologia, Spiritualità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...